Francia : Il particolarissimo vascello della Cité des enfants

La Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi, uno dei più grandi musei di scienze europei, accoglie ogni anno quasi 2,2 milioni di visitatori. Al suo interno, la Cité des Enfants ospita, dal canto suo, quasi 600.000 bambini l’anno. Accessibile ai bambini a partire dai due anni di età, la Cité des Enfants, che si estende su una superficie di 1.700 m2, ha la missione di stimolare l’interesse per la scienza e la tecnica. Si compone di cinque spazi tematici: "Scopro me stesso", "So fare", “Mi oriento", "Sperimento" e "Tutti insieme". I primi tre spazi sono incentrati sullo sviluppo delle facoltà fisiche, cognitive e spaziali del bambino. Gli altri due propongono la scoperta del mondo e degli altri.

 

Per la ristrutturazione parziale dei suoi spazi, la Cité des Enfants ha chiesto il sostegno della Fondazione Mustela. Nello specifico, si tratta di realizzare un "vascello speciale" al centro dello spazio "So fare": una nuova piattaforma ludica e pedagogica.

vaisseau-special-2.jpg

vaisseau-special-2.jpg, par admin-fondation-larcade

Crédit photo : ®M Challe -EPPDCSI

 

Lo spazio “So fare”, creato nel 2007, è stato organizzato in piccole cellule di attività. Questo tipo di suddivisione, che si è rivelata poco pratica visto il flusso considerevole di visitatori, subirà importanti modifiche in occasione della ristrutturazione della Cité des Enfants. L’obiettivo è di creare uno spazio più aperto conservando tuttavia gli elementi che riscuotono maggior successo e aggiungendo nuove attività.

 

Uno degli elementi principali dello spazio “So fare” sarà il “vascello speciale”, un veicolo onirico posizionato al centro, con una struttura in legno naturale e materiali di recupero o riciclati. I bambini potranno far funzionare alcuni elementi, fare bricolage e decorare: avvitare, incastrare, annodare, smistare materiali e strumenti, azionare ingranaggi...

 

Il “vascello speciale” permetterà così ai bambini di sviluppare le seguenti competenze: motricità fine, concentrazione, ricerca di soluzioni dopo tentativi infruttuosi, collaborazione con gli altri per realizzare una costruzione comune. Inoltre, i bambini potranno “pilotare” il vascello grazie a un volante, dei cannocchiali e un periscopio per capitani in erba, un pannello di controllo... Infatti, più i bambini fanno giochi di simulazione, più la loro creatività è stimolata.

 

Il sostegno della Fondazione Mustela a questo importante cantiere di ristrutturazione, che è iniziato nell’autunno 2017, è stato di 20.000 euro.